Memorie d'oltreoceano

Settembre, andiamo, è tempo di classificare, di Ernesto Livorni

All'inizio di ogni anno accademico, il mondo statunitense entra in fibrillazione non soltanto perché, all'indomani di Labor Day (la Festa del Lavoro negli Stati Uniti), tradizionalmente iniziano le lezioni, ma perché spuntano fuori come attesi funghi varie graduatorie delle università statunitensi. Queste graduatorie hanno una rilevanza enorme non soltanto sul prestigio delle università (quelle che… Continue reading Settembre, andiamo, è tempo di classificare, di Ernesto Livorni

Memorie d'oltreoceano

Roma non fu fatta in un giorno: nascita di un programma d’italiano negli Stati Uniti, di Chiara De Santi

Nel 2010, l'MLA (Modern Language Association), ovvero l'associazione americana delle lingue straniere, diffuse una relazione relativa all'anno precedente in cui si evidenziava come l'italiano fosse una delle lingue più studiate nelle università statunitensi dopo lo spagnolo, il francese, il tedesco e la lingua dei segni, con un aumento pari al 3% rispetto al 2006 (Furman,… Continue reading Roma non fu fatta in un giorno: nascita di un programma d’italiano negli Stati Uniti, di Chiara De Santi

Memorie d'oltreoceano

Il precariato accademico negli Stati Uniti, di Chiara De Santi

“Se Lei avesse un dottorato in contabilità [Accounting], avrebbe più possibilità di trovare un lavoro permanente in accademia...”. Non è proprio quello che uno vorrebbe sentirsi dire dopo una laurea in lingue e un paio di Ph.D. in due diverse discipline delle Scienze Umanistiche (le cosiddette Humanities), di cui uno conseguito in un'università americana... Tuttavia… Continue reading Il precariato accademico negli Stati Uniti, di Chiara De Santi

Memorie d'oltreoceano

Una sciarada a Caracas. Parlando di contaminazioni gastronomiche e linguistiche tra l’Italia e il Venezuela, di Silvio Mignano

«¡Mira qué chica al dente!» «Claro, y también tiene una boloña de dinero». «Pero, ¿sabes qué?, es una comeburro».   Uno scambio come questo non sarebbe forse di immediata comprensione nemmeno per molti madrelingua spagnoli. È infatti intriso di contaminazioni a loro volta derivate dalla commistione tra lo spagnolo venezuelano e l'italiano degli emigrati italiani.… Continue reading Una sciarada a Caracas. Parlando di contaminazioni gastronomiche e linguistiche tra l’Italia e il Venezuela, di Silvio Mignano

Memorie d'oltreoceano

Poesia contemporanea in lingua italiana negli Stati Uniti, di Ernesto Livorni

La poesia italiana negli Stati Uniti ha una lunga tradizione. Comincia con Lorenzo da Ponte, il poeta e librettista di Mozart che si trasferì a New York City e insegnò letteratura italiana a Columbia College (oggi Columbia University) dal 1825 alla morte nel 1838, secondo intellettuale italiano ad insegnare in un'università statunitense. La proliferazione di… Continue reading Poesia contemporanea in lingua italiana negli Stati Uniti, di Ernesto Livorni